Chi sono Io?

Chi sono Io?
la via della meditazione e dell'Intensivo di Illuminazione

27 marzo 2017

Osservo con stupore la Vita

Oggi la Vita ha voluto mostrarmi qualcosa in più della sua Bellezza.

Ho osservato silenzioso e vuoto la mia giornata; ho visto persone entrare e persone uscire dalla mia vita, sono andato incontro a chi mi voleva incontrare. Ho accolto le parole che ho ricevuto. Ho ringraziato per quanto mi è stato dato. Ho dato a mia volta, ma sempre in modo dimesso e umile perchè così mi sento da giorni. Non brillo, non emano luce ma dentro mi sento integro e ho da donare.

E per ogni cosa mi sono stupito. Sono rimasto colmo di stupore nell'osservare come la Vita si muove. Tutto accade guidato da un'intellingenza misteriosa, qualcosa che mi avvolge e mi tiene con sé in questi movimenti.

Quando non voglio nulla, quando rinucio davvero ai miei desideri, aspettative e volontà, ecco che la Vita si muove da sola, ed è meravigliosa.

Sono rimasto nella stupore quasi tutto il giorno. La vita mi ha continuamente sorpreso facendo movimenti che non mi aspettavo, che non potevo nemmeno immaginare, e tutti meravigliosi.

Abbasso ulteriormente la testa e cerco di rimanere ancora più silenzioso.

Desidero solo contemplare questa Vita meravigliosa. Null'altro.

Alla fine di questa giornata ho solamente una parola: Grazie.

26 marzo 2017

Sia fatta la Tua volontà

Nei periodi di forte crisi esistenziale, dove la Vita ci mette alla prova, ci prostra a terra e ci insegna facendoci maturare, la volontà personale conta nulla.

Ho provato più e più volte a reagire, a usare la mia forte volontà per uscire fuori da questo terribile momento, ma nulla. Ogni volta la Vita ha spazzato via la mia intezione e mi ha rimesso a terra.

Lì vuole che io stia, lì devo stare.

Non sono nella posizione di poter dettare delle condizioni alla Vita, nemmeno di poter esprimere un mio desiderio o richiesta.
La  mia preghiera è un recipiente vuoto. La Vita mi ha tolto tutto, anche il più semplice e umano desiderio.

Posso solo accogliere ciò che mi da, ciò che mi fa vivere giorno per giorno.
Posso solo lasciare che sia fatta la Sua volontà perchè in questo momento sto ricevendo la sua lezione e devo impararla. 
Vivo con questa unica consapevolezza. Sia fatta la Tua volontà. Ciò che mi poni davanti lo accolgo e lo vivo, al di là di ogni mia preferenza, perchè questa al momento è la mia unica strada.

Grazie Vita per la lezione che mi stai dando. E' difficile, spesso dolorosa, ma sento che mi matura come null'altro al mondo.




La bellezza del dolore

Tempo fa lessi una frase di una donna saggia indiana che diceva che attraversare il dolore era un processo di straordinaria bellezza.

Non la compresi, anche perchè in quel momento stavo soffrendo molto.

Oggi ero seduto su una pachina in un parco nella pausa di un corso.
Guardavo gli alberi, ero rilassato, e non cercavo nulla, non pensavo a nulla, non volevo nulla.

D'un tratto tutto si è sciolto e c'era solo l'Assoluto.
Ho colto un profumo nuovo, una bellezza che non avevo mai vissuto.
Era ed è la bellezza del dolore che ho passato, che ho attraversato. Un dolore che ha portato via tutto, che mi ha purificato di tutto ciò che era superfluo, che mi ha lasciato nudo di fronte alla Verità.

Oggi su quella panchina ero nudo come non lo sono mai stato. Il dolore mi ha purificato di tutto, ha cancellato molto di me e ha lasciato solo l'essenziale, ciò che è vero.

Sono stato bene, come da tempo non sentivo. Leggero, soave, vuoto.

23 marzo 2017

Solo, di fronte alla Verità

La fase del dolore e della perdita è terminata.
Da giorni la mente è ferma. Non ci sono più rimpianti, né ricordi. 
Tutto è come se non fosse mai avvenuto, o come se appartenesse a qualcun altro.

Mi ritrovo di fronte alla Verità della mia vita. Una Verità silenziosa, muta, ma una Verità consapevole che tutto ciò che è accaduto è stato per mostrarmi qualcosa, perchè io maturi.

A nulla serve che io cerchi di spostarmi. L'ho già fatto più volte, e Dio mi ha riportato lì, di fronte alla Verità, perchè è lì che devo stare, che mi piaccia o meno.

E sono solo. So che sono avvolto dall'affetto di tutti, ma di fronte a questa Verità sono solo perchè è la verità di me e della mia vita. Nessuno può stare al posto mio. Nessuno può nemmeno starmi a fianco.

Devo stare lì finché Dio vorrà che stia.

21 marzo 2017

Ti guardo e sei sempre nuova

Io e te abbiamo condiviso un mondo. Abbiamo vissuto, amato, riso, pianto... abbiamo camminato insieme, abbiamo gioito e sofferto assieme. Ci siamo uniti e ci siamo separati.

Ogni volta che ti vedevo, vedevo tutto questo. Vedevo il mondo che abbiamo vissuto assieme. 
Tu non eri più tu, ma quel mondo di esperienze, significati, giudizi e tutto il resto.

Ho iniziato a perderti quando ho cominciato a metterti sopra quel mondo, quando vedevo quel mondo prima di te. E quando poi ho cominciato a possederlo. Non volevo perderlo così l'ho trattenuto.

Così ti ho persa. 

La caduta è stata dolorosa, molto. Ma sono rimasto aperto a questo dolore, mi sono esposto nella mia nudità, e questo dolore mi è passato attraverso, svuotandomi di tutto, lasciandomi vuoto. Non sono più 'nessuno'. Non ho più nulla.

Poi mi sono rialzato e ti ho guardata. Ho visto solo te. Nessun mondo, nessuna vita assieme, nulla. Nulla è mai accaduto tra noi. Non è rimasto nulla. Tutto è stato portato via. 

Ci sei solo tu, con il tuo sorriso, e sei sempre nuova.